L'importanza del pH della piscina

Uno dei momenti fondamentali della manutenzione della vostra piscina è sicuramente il controllo dei parametri del pH dell'acqua. Per evitare problemi alla salute dei bagnanti, ma anche evitare danni alla vostra piscina, bisogna mantenere i valori nello spettro previsto per l'usabilità della piscina
L'importanza del pH della piscina
848

Una guida per capire come misurare e come regolare il pH dell'acqua della piscina

Come si esegue il test pH piscina

Uno dei momenti fondamentali della manutenzione della vostra piscina è sicuramente il controllo dei parametri del pH dell'acqua. Per evitare problemi alla salute dei bagnanti, ma anche evitare danni alla vostra piscina, bisogna mantenere i valori nello spettro previsto per l'usabilità della piscina. Il pH viene controllato attraverso l'uso di strumenti specifici, quindi per il vostro test pH piscina è giusto procurarsi quanto necessario. Solitamente è sufficiente fare dei controlli manuali tramite cartine indicatrici (dette anche strisce analitiche o tornasole), le quali cambiano colore a seconda del livello di pH della vostra acqua. Si tratta però di sistemi non sempre precisi, quindi in alcuni casi è bene munirsi di strumenti più accurati per evitare continui controlli manuali. In commercio esistono comodi kit di analisi combinati che vanno riempiti con l'acqua della piscina e uno specifico reagente fornito col kit. La colorazione dell'acqua in questo casò ci dirà come correggere il ph della piscina. Il sistema più attendibile e che è possibile automatizzare, anche se più costoso, è il tester digitale con display. Non è necessario infatti interpretare dati o colori, in quanto il valore verrà scritto direttamente sul display del tester, permettendoci di sapere come regolare il ph dell'acqua della piscina.

Cos'è il valore di pH dell'acqua e perchè bisogna controllarlo

Il pH della piscina è uno dei valori fondamentali da tenere d'occhio. Questo valore infatti indica a chi effettua un test ph piscina se l'acqua possiede valori corretti di acidità o alcalinità. Un pH che tende verso il basso è considerato acido (sarà quindi necessario poi capire come aumentare il pH in piscina), mentre un valore troppo alto sarà molto alcalino (e dovremmo interrogarci su come abbassare il pH della piscina). Il valore ottimale per mantenere in salute bagnanti è piscina è compreso tra 7.2 e 7.6, da tenere sempre sotto controllo. Un pH troppo alto porta con se vari problemi, come acque troppo torbide e precipitazioni del calcare in acqua (con possibili formazioni di incrostazioni), ma soprattutto irritazioni di occhi e mucose. Un ambiente acido, inoltre, ostacola e ritarda gli effetti del sistema disinfettante della vostra piscina. Quando invece il vostro pH della piscina sarà troppo basso, si verificheranno effetti di corrosione delle parti metalliche, oltre, anche in questo caso, spiacevoli irritazioni di occhi e mucose. Risulta quindi ovvio che in entrambi i casi il pH della piscina è un valore fondamentale da tracciare ed'è bene capire in anticipo quanto dev'essere il pH di una piscina.

Quali sono i fattori che possono variare il pH della piscina

Il pH della vostra piscina può essere alterato da molti fattori, che devono essere presi in considerazione continuamente per capire come regolare il dell'acqua della piscina a valori ottimali. Innanzitutto consisiderate sempre il valore dell'acqua immessa dalla rete idrica, solitamente con un pH che oscilla tra 5 e 8.5, per poter fare il primo aggiustamento. Se la vostra piscina è all'aperto, la pioggia altererà sicuramente il pH della vostra piscina, abbassandolo. Le piogge infatti posseggono un valore piuttosto acido di pH, che può arrivare da 5 fino ad un valore molto basso di 3.5, che altererà in modo sensibile la vostra acqua, con un ph basso per la piscina. Un fattore che altera il pH è, strano a dirlo, il numero di bagnanti e l'inquinamento che apportano. Solitamente questo altera il pH della piscina verso l'alto, con la necessità di capire come abbassare il pH della piscina.

come correggere il pH della piscina

L'acqua della piscina deve quindi essere oggetto di manutenzione costante per essere sicura per i bagnanti, e da qui la necessità di prodotti appositamente creati per vari scopi, come regolare il pH dell'acqua della piscina in questo specifico caso. Appurato che sappiamo ora quanto dev'essere il pH di una piscina, dobbiamo munirci dei prodotti migliori che ci aiuteranno nel correggere il pH della piscina. Ricordate che, se il livello del pH della vostra piscina è al di sotto di 7.2 punti, è necessario capire come aumentare il pH della piscina, e quindi avere a disposizione chimici come l'ipoclorito di sodio o, meglio ancora, specifici prodotti pensati per aumentare il pH della vostra piscina, sicuri e testati. Se il pH della vostra piscina è invece molto alto, al di sopra di 7.6 punti, è necessario adoperare soluzioni per riportare il pH piscina basso, con prodotti come l'acido cianurico, il dicloro e tricloro isocianurato o dei prodotti specici per abbassare pH piscina semplice, che sono formulati appositamente per le applicazioni di correzione del pH della piscina e che sono stati testati appositamente per questi utilizzi.

Articoli correlati