Elettropompa di superficie o elettropompa sommergibile?

In questo articolo capiremo meglio l'utilizzo delle elettropompe a seconda del lavoro che vogliamo svolgere.
Elettropompa di superficie o elettropompa sommergibile?
445

In un altro articolo del nostro blog abbiamo parlato della differenza tra pompe per acque chiare e pompe per acque scure; ma per capire meglio il funzionamento delle elettropompe bisognerebbe innanzitutto descrivere come agisce una pompa normalmente: questa è un particolare tipo di macchina utilizzata per movimentare dei fluidi.
Una prima semplice divisione si può trovare nell’alimentazione della pompa, se una pompa è alimentata dalla corrente elettrica si parlerà di elettropompa, se invece è gestita da un motore a combustione la chiameremo motopompa.
Ognuna di queste tipologie di pompa ha un naturale tipo di impiego, sicuramente un’elettropompa è l’ideale per uso domestico o industriale dove non si deve muovere una grande quantità di acqua. Una motopompa è invece l’ideale per chi desidera un impianto con una notevole forza di pompaggio, più indicata quindi per grossi impianti industriali.

Quali sono i diversi tipi di pompa?

Una pompa non vale per tutte, a seconda dell’utilizzo che ne devi fare esistono delle tipologie di pompe più adatte al tuo lavoro e altre meno, scopriamole insieme.

Elettropompa di Superficie

Se vuoi liberarti dall’acqua in cantina, se vuoi svuotare una piscina o irrigare un campo solitamente si utilizza una Elettropompa di Superficie, dove solitamente queste tipologie accettano anche acque sporche. L’elettropompa in questione rimane in superficie e l'acqua viene aspirata tramite il tubo d'aspirazione. In molti impianti domestici o industriali di nuova generazione, l’acqua spostata può anche essere utilizzata per irrigare il giardino, per alimentare gli elettrodomestici o per le toilette.

Elettropompa Sommergibile

Se vuoi svuotare un pozzo abbastanza profondo o un laghetto solitamente si utilizza una Elettropompa Sommergibile. Questo tipo di pompa è l’ideale per pescare l’acqua da pozzi più profondi di 7 metri, dove di solito il tubo di mandata e il cavo di alimentazione arrivano in superficie.

Stazione di Sollevamento

Una stazione di sollevamento è l’ideale nel caso si voglia raccogliere acque reflue nel caso che il tuo impianto sia troppo lontano dai canali di scarico. La Stazione di Sollevamento è come se fosse un impianto idrico in miniatura. Costituito da una o più pompe per acque sporche e da una cisterna o una vasca di raccolta.

Motopompa

Per spostare acque in piena autonomia o in quantità industriale solitamente viene scelta una motopompa. I grandi impianti industriali spesso necessitano in una pompa con motore a scoppio perché altrimenti le elettropompe consumerebbero troppa energia elettrica per l’utilizzo assiduo a cui vengono sottoposte.

Qualche dettaglio sulle elettropompe

La progettazione di un’elettropompa e la scelta dei suoi materiali ne assicurano la longevità poiché le loro qualità intrinseche sono la garanzia di un utilizzo ottimale e senza problemi. Chiaramente un’elettropompa che ha la maggior parte dei componenti in plastica sarà di un livello inferiore rispetto ad una pompa con componetistica in alluminio o acciaio.

Per quanto riguarda i motori, le pompe possono essere monocellulari o multicellulari; nel monocellulare, una sola turbina aziona una ruota a pale, che aspira e poi spinge l'acqua; nel multicellulare sono presenti diverse ruote a pale. Il vantaggio delle pompe multicellulari consiste nel fatto che l’acqua è messa a pressione in modo crescente.
Economicità, robustezza e maggior rendimento idraulico fa spesso ricadere la scelta sulle elettropompe multicellulari, dette anche pompe centrifughe, ma ovviamente il costo di quest’ultime è più elevato rispetto alle prime.

L'alimentazione: qual’è la differenza tra alimentazione monofase e trifase? La monofase solitamente è per uso domestico perché ha un’ alimentazione di 220v, mentre la monofase è ad uso industriale con i suoi 330v. Semplificando al massimo il principio di funzionamento è lo stesso per entrambi i motori ma sono costruiti con avvolgimenti differenti dei cavi all'interno.

Elettropompa silenziosa: Altro fattore da non sottovalutare soprattutto per gli impianti domestici è se l’elettropompa è silenziosa o meno, e valutare bene dove posizionarla per evitare di essere infastiditi da vibrazioni o ronzii.

Articoli correlati